Russia: tre quarti del commercio al dettaglio di non-food proviene dall’import

Import non food Russia Alimentari in Russia vendite dirette

Monitoraggio del mercato dei consumatori di non-food in Russia. Aumentano le importazioni.

Alla fine del 2020 la quota di merci importate nel commercio al dettaglio di prodotti non alimentari (escluse le vendite di auto e carburanti) ammontava al 74,9%, hanno affermato gli esperti dell’Università nazionale di ricerca «Scuola superiore di economia» (HSE) nel loro studio “Prodotti importati: quota nelle vendite al dettaglio”.

L’HSE osserva che i dati regolari di Rosstat sulla quota delle importazioni nella vendita al dettaglio non food sono limitati a soli tre articoli, che rappresentano meno del 5% di tutte le vendite in questo gruppo. Si tratta di calzature in pelle (nel 2020 la quota di import in questa categoria era dell’86,9%), frigoriferi e congelatori (43,6%), lavatrici (18,9%). Poiché le stime di Rosstat non forniscono un quadro completo della quota delle importazioni nella vendita al dettaglio non alimentare, l’HSE ha utilizzato anche i dati doganali sulle importazioni e le informazioni sui dazi doganali maturati, i ricarichi applicati dal commercio e la quota delle vendite di prodotti importati e venduti alla popolazione.

Si è scoperto che nel 2020 la quota più elevata delle importazioni (dai grandi gruppi di prodotti) riguardava le vendite di ricambi auto (95%), giochi e giocattoli (92%), calzature (87%), apparecchiature per le telecomunicazioni (86%) e abbigliamento (82%). In misura minore, le importazioni sono comuni nel gruppo dei prodotti chimici e cosmetici per la casa (57%), nonché degli articoli sportivi (48%).

Paragoniamo i valori d’importazione non-food in Russia nel 2020 con i dati del 2016

I valori ottenuti sono vicini ai dati ricavati sulla base delle tabelle dettagliate di Rosstat “Input – Output”. Le ultime tabelle di questo tipo sono disponibili per il 2016 e in quell’anno, tra le grandi categorie di prodotti (vendite di oltre 250 miliardi di rubli all’anno), la quota più elevata delle importazioni apparteneva alle categorie merceologiche calzature (86,6%) e abbigliamento (86,1%). I primi in termini di quota di importazioni erano i computer (99,8%). In totale, nel 2016, la quota delle importazioni nel gruppo dei prodotti non-food è stata del 74%.

L’HSE sottolinea che la quota delle importazioni di prodotti destinati alla vendita al dettaglio è rimasta a un livello costantemente elevato negli ultimi anni, il che è associato alle caratteristiche strutturali dell’offerta di prodotti. Una significativa diminuzione delle importazioni negli anni 2010 è stata osservata solo nella categoria dei grandi elettrodomestici (lavatrici, televisori, ecc.) e delle automobili, associata allo sviluppo degli stabilimenti produttivi in Russia.

marketing report valutazione possibilità dati sulle importazoni

Fonte: Kommersant

OFFERTA A TEMA!

Volete sapere quanti prodotti come il vostro vengono importati in Russia da tutti i paesi, inclusa l’Italia?

Report sull’import in Russia da tutto il mondo
negli ultimi 3 anni a soli € 189 invece di €350!

Il report include questi dati:

  • Importazioni in Russia da tutti i paesi 2018 – prima metà 2021
  • Indicatori d’importazione per paese d’origine
  • Quote mercato d’importazione in Russia 2018-2021 in termini economici
  • Dati sulle importazioni dall’Italia*
  • I dati di questa breve indagine di mercato mostrano l’andamento delle importazioni in Russia, il trend negli ultimi 3 anni e vi permetteranno di capire se il mercato russo è potenzialmente strategico per il la vostra azienda.

    Proprio da questo report potrete partire per prendere una decisione sullo sviluppo del progetto d’internazionalizzazione verso la Russia! Affidiamoci a dati e numeri e scopriamo se esportare in Russia può essere la soluzione per il vostro business!

    Gli esperti OBICONS sono a vostra disposizione!

    * il report è basato sulle statistiche ufficiali dell’import per paese d’origine. Comprende i dati in dollari, peso o quantità unitarie per i tre anni dal 2018 a luglio 2021 per il codice doganale a cui appartiene il vostro prodotto, fino a 8 cifre.

    quanto importa la Russia

    Vuoi ricevere la Newsletter OBICONS? Iscriviti!

    Vuoi ricevere la Newsletter OBICONS? Iscriviti!

    Contattateci per approfondimenti:

    whatsapp logo