Investimenti in Russia: Il Paese è all’undicesimo posto in Europa. Mosca rimane la città più attraente

  • Home
  • Blog
  • Investimenti in Russia: Il Paese è all’undicesimo posto in Europa. Mosca rimane la città più attraente
investire in Russia

La Russia è undicesima in Europa in termini di attrattiva per gli investitori esteri

La Russia si è classificata all’undicesimo posto tra i paesi più attraenti per gli investimenti diretti esteri in Europa. Tuttavia, a causa delle conseguenze della pandemia, il numero di progetti di investimento è sceso al livello del 2014. Lo afferma uno studio di EY, presentato il 3 giugno al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo.
La società internazionale EY ha studiato l’attrattiva degli investimenti in Europa. Al primo posto la Francia, dove gli stranieri hanno investito in 985 progetti, seguita dalla Gran Bretagna (975) e dalla Germania (930). La top ten include Spagna, Belgio, Polonia, Turchia, Paesi Bassi, Irlanda e Portogallo.
La Russia è all’undicesimo posto con 141 progetti. Rispetto al 2019, gli investimenti diretti esteri (IDE) sono diminuiti del 26%. In tutto il continente, il calo è stato in media del 21%. Ciò è dovuto principalmente alla pandemia.

“Il numero di progetti IDE in Russia nel 2020 è vicino agli indicatori del 2014. Gli investitori internazionali hanno implementato meno progetti l’anno scorso di quanto avrebbero potuto in condizioni più favorevoli. Tali risultati per la Russia nel 2020 sono anche associati alla base elevata degli anni precedenti. Sullo sfondo della recessione economica globale, la pandemia ha avuto un impatto paragonabile allo shock delle sanzioni del 2014”, ha affermato Alexander Ivlev, Managing Partner di EY per i Paesi della CSI, commentando i risultati dello studio.

Secondo gli esperti, uno dei motivi principali per cui la Russia appare meritevole nel rating degli investimenti è l’immunità alle crisi sviluppata nel corso degli anni

Il mercato russo è percepito come un rifugio altamente stabile in tempi di turbolenze economiche globali.
Ricordiamo che, come risulta dai dati della Banca Centrale Russa, il volume totale di nuovi investimenti diretti esteri nelle società non finanziarie russe alla fine del 2020 ammontava a 1,4 miliardi di dollari, più di 20 volte inferiore rispetto al 2019 (28,9 miliardi di dollari).

Fra le informazioni della Banca centrale si nota che nel primo e nel quarto trimestre del 2020 si è verificato un deflusso di fondi degli investitori, pari rispettivamente a $ 4,1 miliardi e $ 0,9 miliardi. Le perdite sono state compensate nel secondo e terzo trimestre ($ 5,9 miliardi e $ 0,5 miliardi), ma il risultato finale è stato il più basso del 21° secolo.

L’importo massimo degli investimenti esteri diretti nelle società non finanziarie russe si è raggiunto nel 2008, quando gli investimenti dei non residenti ammontavano a quasi 65 miliardi di dollari. La successiva impennata si è verificata nel 2013 (60 miliardi di dollari), ma l’anno successivo gli investimenti sono diminuiti di oltre tre volte, a $ 17,637 miliardi, e un anno dopo a $ 6,264 miliardi; in seguito hanno ricominciato a crescere.

Mosca destinazione di metà degli investimenti diretti esteri in Russia

Mosca rappresenta quasi il 18% del totale degli investimenti in capitale sociale e circa la metà di tutti gli investimenti esteri diretti in Russia. Lo ha affermato in un’intervista a Izvestia il 13/09/2021 il vicesindaco della capitale, Vladimir Efimov.

“Secondo gli ultimi dati della Banca Centrale, il volume di investimenti in stock nella capitale al 1° gennaio 2021 ha raggiunto i 248,9 miliardi di dollari. La maggior parte dei fondi proveniva dalla Germania: il totale degli investimenti di questo paese ammontava a 7,4 miliardi di dollari, mentre la Finlandia ha investito 4,1 miliardi”, ha detto Efimov.

Il funzionario ha anche affermato che a Mosca non è stata osservata una diminuzione del tasso di investimento nemmeno l’anno scorso: nel 2020, il volume è aumentato dell’1,7% rispetto al 2019. Per il primo trimestre di quest’anno si è registrato un aumento del 17% degli investimenti esteri rispetto allo stesso periodo del 2020. I principali segmenti di investimento sono l’edilizia, l’industria e i macchinari, ha affermato Efimov.

Ricordiamo che nelle statistiche della Banca centrale per il 2021, l’investimento diretto estero (IDE) è inteso come un investimento in cui l’investitore straniero possiede il 10% o più del capitale di una società. Gli investimenti diretti includono non solo la transazione iniziale per acquisire una partecipazione in un’impresa, ma anche tutte le successive transazioni finanziarie tra l’investitore e questa società: l’acquisizione di titoli di capitale e di debito, nonché il reinvestimento del reddito.

Business in Russia investimenti

L’economia Russa sta uscendo dalla crisi

Per i potenziali investor interessati alla Russia possiamo aggiungere che il 29 luglio si è appreso che il prodotto interno lordo russo nella prima metà del 2021 è cresciuto del 4,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Allo stesso tempo, il 27 luglio, il capo economista del Fondo monetario internazionale ha affermato che la ripresa dell’economia russa dopo l’impatto della pandemia sta avvenendo più velocemente del previsto.

A fine luglio l’agenzia di rating Standard & Poor’s (S&P) ha confermato il rating creditizio della Russia a livello BBB, rilevando così che l’economia russa è tornata ai livelli di prima dell’inizio della pandemia.

rating investimenti rischi Russia

Fonti: Izvestiya, RBC, RIA

Vuoi ricevere la Newsletter OBICONS? Iscriviti!

Contattateci per approfondimenti: