Ucraina – Russia: la reazione del business. Aziende estere che hanno interrotto l’attività in Russia

  • Home
  • Aziende russe
  • Ucraina – Russia: la reazione del business. Aziende estere che hanno interrotto l’attività in Russia
Foreign companies left Russia aziende estere sanzioni Russia

Data pubblicazione articolo: 09/03/2022
Ultimo aggiornamento: 22/03/2022

Elenco delle società e organizzazioni internazionali che hanno sospeso il loro lavoro, progetti, investimenti o hanno abbandonato il mercato russo

Notizia in Aggiornamento – English version

Di giorno in giorno è sempre più difficile monitorare tutte le sanzioni istituzionali dei paesi e le decisioni delle aziende internazionali connesse alle azioni militari della Russia in Ucraina

Alcune decisioni dei management di aziende leader mondiali si sono rivelate affrettate e sono state successivamente cambiate, sia a causa della reazione negativa dei clienti affezionati in tutto il mondo, sia perché il governo russo ha dichiarato che alle aziende estere che abbandonano il mercato sarà applicata la gestione esterna, o saranno messe all’asta, o addirittura nazionalizzati, ossia diventeranno proprietà della Federazione Russa (troverete i dettagli nell’articolo Rischio di nazionalizzazione di aziende estere in Russia).
La lista dei beni importati in Russia e che non possono essere esportati dalla Russia fino al 31/12/2022, pubblicata il 10/03/2022 come allegato al decreto di Putin del 08/03/2022 comprende codici doganali che coprono tutti i macchinari, le attrezzature e altri prodotti di alta tecnologia indispensabili nei processi produttivi. Anche questa decisione lascia le aziende estere disarmate: non solo rischiano la nazionalizzazione, ma non possono nemmeno ritirarsi portando con sé beni importanti.

Quindi la lista delle aziende estere che hanno sanzionato la Russia è in continua evoluzione

Uniqlo ne è un esempio: in precedenza la società proprietaria del marchio aveva subito pressioni da parte dell’opinione pubblica a causa del suo rifiuto a lasciare il mercato russo.
In quell’occasione il marchio giapponese, attraverso le parole di Tadashi Yanai, CEO dell’azienda, aveva affermato che non avrebbe lasciato il mercato:

“L’abbigliamento è una necessità vitale. Il popolo russo ha lo stesso diritto alla vita che abbiamo noi”.

Evidentemente la decisione iniziale di Uniqlo era troppo controcorrente rispetto alla reazione dei brand internazionali agli eventi in Ucraina e non ha avuto l’approvazione dei clienti nel resto del mondo: di conseguenza anche Uniqlo ora fa parte della lista che trovate di seguito.
Al contrario i colossi Coca-cola, Marks & Spencer, Mars, Mondelez, Valio, Fazer hanno cambiato le loro decisioni iniziali e in vari modi rimarranno in Russia.

Chi ha interrotto la cooperazione con la Russia o vietato l’accesso ai propri prodotti dopo l’inizio dell’operazione militare in Ucraina?

Settore Automotive

Aziende automobilistiche che hanno sospeso l’esportazione di macchine o componenti in Russia

  • Audi
  • General Motors
  • Harley-Davidson
  • Honda (chiuse le vendite)
  • Infiniti
  • Iveco
  • Jaguar Land Rover
  • Porsche
  • Rolls-Royce
  • Scania
  • Skoda
  • Stellantis
  • Volvo Group
  • Yamaha Motor Co.

Stop alla produzione in Russia per questi stabilimenti del settore automotive

  • BMW Group
  • Ferrari
  • Ford
  • Hyundai
  • Lamborghini
  • MAN
  • Mercedes-Benz
  • Renault
  • Volkswagen
  • Nissan
  • Daimler Truck (sospesa collaborazione con Kamaz)

Produttori di biciclette che si sono ritirati dalla Russia:

  • Colnago
  • Giant
  • Merrida
  • Scott
  • Trek

Produttori di treni

  • Alstom

Manutenzione rifiutata alle compagnie aeree russe

  • Airbus
  • Boeing
settore automotive le case che hanno sospeso le attività o forniture in Russia

Aziende e brand internazionali del settore retail che si sono ritirati dal mercato russo

Attività sospese in Russia per le seguenti società estere:

  • Adidas (sospesa collaborazione con la Federazione calcistica della Russia)
  • Cartier
  • Chanel
  • Crocs
  • Estée Lauder (MAC Cosmetics, Clinique, DKNY)
  • H&M
  • Helly Hansen (sospese vendite online)
  • Herbalife Nutrition
  • Hugo Boss
  • IKEA
  • Inditex (Zara, Massimo Dutti, Bershka, Oysho, Pull & Bear, Stradivarius)
  • Imperial Brands
  • Jysk
  • Kering (Gucci, Balenciaga, Yves Saint Laurent)
  • L’Oreal (chiusura temporanea dei negozi)
  • Louis Vuitton Moet Hennessy
  • Levi Strauss&C
  • Mango
  • Mothercare
  • OBI
  • Pandora
  • Prada
  • Prisma
  • Puma
  • Reserved (sospese vendite online)
  • Sephora
  • Uniqlo
  • Vans
  • Victoria’s Secret

Sospendono gli investimenti in Russia le aziende estere con i siti produttivi in loco

  • Henkel
  • Oriflame
  • Philip Morris (diminuisce produzione)
  • Procter & Gamble (esclusi prodotti di igiene personale)

Non consegnano più ordini in Russia i seguenti siti e negozi di shopping online

  • Amazon
  • ASOS
  • eBay
  • Mr Porter
  • Net-a-Porter
  • Nike (chiuse vendite online)
  • Yoox
  • iHerb

Sospensione delle forniture in Russia da questi multinazionali del settore retail e prodotti di lusso

  • British American Tobacco
  • Colgate-Palmolive (ad eccezione dei beni di uso quotidiano)
  • Hermes
  • Karl Lagerfeld
  • Lego
  • Lush
  • Rolex
  • Shiseido
  • Unilever (Dove, Axe, Rexona, Domestos)
Nazionalizzazione delle aziende straniere in Russia

Aziende internazionali del settore finanza che hanno lasciato il mercato russo o sospeso le loro attività

Borse di criptovalute che hanno limitato il lavoro con gli utenti russi

  • BTC-Alpha
  • Binance
  • Coinbase

Sistemi e servizi di pagamento che hanno sospeso la collaborazione con le banche russe soggette a sanzioni o sul territorio della Russia

  • American Express
  • Apple Pay
  • MasterCard
  • SWIFT
  • Visa

Gli utenti russi incontrano problemi nei pagamenti con:

  • Google Pay
  • Samsung Pay

Standby al lavoro in Russia per banche e servizi di pagamento e trasferimento del denaro

  • Commerzbank
  • JCB
  • JP Morgan Chase
  • PayPal
  • Goldman Sachs Group Inc.
  • Western Union
consulenti big 4 in Russia abbandonano il mercato

Aziende multinazionali: consulenti, auditor, assicurazioni che hanno sospeso attività e servizi per il business russo

  • EY
  • KPMG
  • PricewaterhouseCoopers (PwC)
  • Accenture
  • BCG
  • McKinsey
  • Deloitte
  • Knight Frank (transazioni finanziarie sospese)
  • Allianz SE sospenderà le assicurazioni e gli investimenti per le nuove attività

Società del settore IT che hanno sanzionato la Russia e gli utenti russi per il conflitto militare in Ucraina

Sospese le forniture in Russia di hardware, software, abbonamenti e servizi del settore IT

  • AMD
  • Adobe (sospese le nuove vendite di prodotti e servizi)
  • Apple (sospese vendite online)
  • Autodesk
  • Cisco Systems Inc.
  • Dell (sospese vendite)
  • Ericsson
  • Intel
  • Nvidia
  • Nokia
  • Qualcomm (sospese vendite)
  • Samsung
  • Siemens
  • Sony (PlayStation e software)
  • Taiwan Semiconductor Manufacturing Company

Aziende internazionali del settore IT che hanno sospeso le attività in Russia o che hanno annunciato il ritiro dal mercato

  • Avast
  • Cogent
  • EPAM
  • Hitachi
  • HomaGames
  • IBM
  • JetBrains
  • Lumen
  • Microsoft
  • Miro
  • NortonLifeLock Inc.
  • Oracle Corp
  • Panasonic
  • SAP
industria pesante aziende internazionali sospendono investimenti nei progetti in Russia

Business internazionali dell’industria pesante, energia, oil & gas che hanno sospeso collaborazioni, progetti, attività e investimenti in Russia

  • BP (British Petroleum)
  • Eni (sospesi nuovi contratti sospesi)
  • Equinor
  • Exxon Mobil
  • Fortum (sospesi nuovi progetti di investimenti)
  • Rio Tinto
  • Shell
  • OMV (sospesi nuovi progetti di investimenti)

Imprese industriali che hanno sospeso le forniture sul mercato russo

  • Bosch (sospese le forniture di pezzi di ricambio)
  • Bridgestone
  • Epson
  • Kone
  • Mitsubishi Electric
  • Xerox

Hanno sospeso le attività in Russia le seguenti ditte che operano a livello mondiale

  • Caterpillar
  • Continental
  • General Electric (escluse apparecchiature medicinali)
  • Kinross Gold
  • Komatsu
  • Michelin
  • Ricoh
  • UPM

Non investono in progetti e attività in Russia questi produttori internazionali:

  • Baker Hughes
  • Halliburton
  • Pirelli
  • Schneider Electric
  • Schlumberge
  • Weatherford
Bosch Russia imprese internazionali lasciano il mercato russo

Case farmaceutiche che hanno preso la decisione di non investire o sospendere le forniture in Russia

  • Bayer
  • Eli Lilly and Co.
  • Merck (MSD)
  • Novartis
  • Pfizer
  • AbbVie

Imprese del settore logistica e trasporti che hanno bandito la Russia

Corrieri, servizi postali e logistici che hanno sospeso la ricezione e l’invio di pacchi in Russia

  • DHL
  • FedEx
  • Kuehne & Nagel Group
  • UPS

Non accettano booking dalle aziende Russe e verso la Russia le seguenti linee marittime

  • CMA CGM
  • Hapag-Lloyd
  • HMM (Hyundai Merchant Marine)
  • Maersk
  • Mediterranean Shipping Company
  • Shipco
  • Yang Ming
DHL UPS Fedex Sospese attività in Russia

Case cinematografiche, canali e piattaforme streaming che hanno sanzionato i russi

Annullata distribuzione di nuovi film

  • Paramount
  • The Walt Disney Company
  • Universal Pictures
  • Warner Bros.

Piattaforme streaming e canali televisivi che hanno sospeso servizi e attività in Russia

  • Amazon Prime Video
  • BBC Studios
  • Discovery Inc.
  • Netflix
  • Megogo
  • Sony Pictures
  • WarnerMedia (interrotta la licenza di nuovi contenuti)
Google, Apple, Facebook, Meta, Instagram, Amazon, Microsoft sanzionano le Russia

Social media, produttori di videogame e console, fornitori internazionali di servizi online, abbonamenti, prenotazioni

Le seguenti piattaforme, società e servizi online hanno smesso di accettare pagamenti e rifiutano richieste di acquisto dalla Russia

  • Nintendo
  • PlayStation Store
  • Steam
  • EA Sports (tolte squadre russe dai videogiochi)

Accesso parzialmente limitato ai seguenti social e piattaforme dalla Russia

  • Google(sospese vendite di pubblicità)
  • Facebook (la proprietaria del social network Meta è riconosciuta come organizzazione estremista nella Federazione Russa)
  • Instagram (la proprietaria del social network Meta è riconosciuta come organizzazione estremista nella Federazione Russa)
  • Spotify (problemi nel pagamento dell’abbonamento)
  • TikTok
  • Twitch (sospese retribuzioni)
  • VMware (sospeso supporto clienti)
  • YouTube

Piattaforme di servizi online che hanno sospeso le loro attività in Russia

  • Airbnb
  • All Right
  • Badoo
  • Booking
  • Bumble
  • Coursera
  • Depositphotos
  • Feeld
  • GSC Game World
  • Pearson
  • Slack Storytel

Sospese le vendite in Russia

  • Activision Blizzard
  • Electronic Arts
  • Niantic
  • Rockstar Games
  • Ubisoft
  • Upwork
  • Supercell
  • Figma
  • BlaBlaCar (sospesi investimenti)
McDonald's sospeso attività in Russia

Aziende internazionali del settore food & beverage e ristorazione che abbandonano il mercato russo o sospendono investimenti e attività

Lavoro in standby per le seguenti società estere e catene di ristoranti in Russia

  • Сoca-Cola
  • McDonald’s
  • Ninja Sushi
  • Paulig
  • PepsiCo
  • Starbucks
  • Valio

Sospesi i progetti di investimento

  • Danone
  • Carlsberg
  • Mars Inc. (forniture sospese)
  • Mondelez International (Oreo, Alpen Gold, Milka)
  • Nestle
  • Yum! Brands (KFC, Pizza Hut. Il lavoro di 70 ristoranti KFC è in standby)

Sospeso supporto del business in Russia

  • Burger King
  • DP Eurasia N.V. (Domino’s Pizza)
  • Papa John`s

Le grandi fabbriche internazionali di prodotti alimentari e bevande che hanno fermato l’export verso la Russia

  • Brown-Forman (Jack Daniel’s, Finlandia)
  • Diageo (Johnnie Walker, Captain Morgan, Guinness)
  • Fazer
  • Fonterra
  • Lindt & Sprungl
  • Pernod Ricard (Chivas Regal, Jameson)

Birrerie che non esportano in Russia

  • Plzensky Prazdroj
  • Staropramen
  • Budejovicky Budvar
  • Bernard
  • Heineken

Media e stampa mondiali che hanno reagito con limitazioni delle loro attività in Russia

Lavoro in Russia in standby per i seguenti media internazionali

  • ABC
  • BBC
  • Bloomberg
  • CBC
  • CBS
  • CNN
  • Conde Nast (Vogue, GQ, Glamour, Tatler)
  • Hearst (esce dal business russo)

Reazione di rappresentanti di arte e scienza contro la Russia a causa del conflitto militare in Ucraina

La Russia è stata esclusa dalla partecipazione ai seguenti eventi e collaborazioni culturali e scientifici

  • Mobile World Congress
  • Eurovision
  • Cannes festival
  • IELTS
  • Massachusetts Institute of Technology ha terminato la collaborazione con Skolkovo Institute of Science and Technology
federazioni internazionali sport banditi atleti russi gare spostate dalla Russia UEFA FIFA

Eventi sportivi spostati dalla Russia e federazioni di sport internazionali che hanno bandito gli atleti e squadre russe

Gli atleti russi sono stati banditi dalla partecipazione ai seguenti tornei

  • Confederazione mondiale di softball
  • Federazione Internazionale di Sci
  • Federazione Internazionale di Badminton
  • FIBA International Basketball Federation
  • Federazione Internazionale di Pallavolo
  • Federazione Internazionale di Atletica Leggera
  • Federazione Internazionale di Rugby
  • Unione Internazionale di Pattinaggio
  • Federazione internazionale di hockey su prato
  • Associazione delle Leghe Europee
  • Federazione Internazionale di Tennis
  • Comitato Paralimpico Internazionale
  • Federazione Internazionale di Ginnastica
  • Federazione Internazionale di Biathlon
  • Federazione Internazionale di Golf
  • Federazione di sollevamento pesi
  • Olimpiadi speciali
  • FIFA
  • UEFA

Gare sportive spostate dalla Russia a causa dell’operazione in Ucraina

  • Olimpiadi mondiali di scacchi
  • Gran Premio di Formula 1
  • Mondiali di pallavolo maschile
  • Torneo dell’Associazione dei Professionisti del Tennis
  • Finale di Champions League
  • Campionato Europeo di Curling
  • Campionato Europeo di tiro
  • NHL – relazioni interrotte con le controparti russi

Appaltatori, architetti e imprese edili che hanno abbandonato il mercato russo o sospeso le attività in Russia

  • YIT (sospesi investimenti e nuovi progetti)

Studi di architetti internazionali che hanno sospeso le attività in Russia

  • Herzog & de Meuron
  • Zaha Hadid Architects
  • David Chipperfield Architects
  • MVRDV
architetti e aziende che non lavorano più in Russia a causa della Guerra in Ucraina

Settore aerospaziale

  • OneWeb: sospende i lanci da Baikonur

Altre aziende, organizzazioni, progetti sospesi in Russia

Lavori sospesi in Russia

  • Fitch
  • Linklaters
  • Michelin
  • Moody’s
  • S&P Global Ratings
  • Holding WPP

Case discografiche che sanzionano la Russia

  • Sony Music Group
  • Universal Music
  • Warner Music Group

Interrotto sviluppo del business in Russia delle seguenti catene alberghiere

  • Hilton
  • Hyatt
  • Marriot

Speriamo che la situazione si risolva al più presto!

Continuate a seguire i nostri aggiornamenti.

Esportazioni Russia 2021

Fonte: Kommersant

Vuoi ricevere la Newsletter OBICONS? Iscriviti!
whatsapp logo